Ti trovi qui: / / 4 Marzo 1966 – “Noi siamo più popolari di Gesù”

4 Marzo 1966 – “Noi siamo più popolari di Gesù”

Era il 4 marzo 1966 quando Lennon pronunciò in un discorso una sua celebre frase: “Il cristianesimo scomparirà, si consumerà e poi svanirà. Siamo più popolari di Gesù”.  Quelle parole nel Regno Unito non destarono particolare scalpore, anzi. Fino al giorno in cui i quattro di Liverpool misero piede negli Stati Uniti per iniziare un nuovo tour di concerti e la rivista per teenager Datebook utilizzò le sue parole sulla copertina del numero di agosto. La frase ebbe l’effetto di scatenare violente ondate di sdegno nell’opinione pubblica americana. Addirittura alcuni gruppi fanatici religiosi misero in piedi immensi falò con gli album dei Beatles. Alla fine John, affiancato da Ringo, George e Paul, chiarì la faccenda a una conferenza stampa, dichiarando di non essere né contro Dio né contro la religione ma di aver affermato che la loro band era più influente sui ragazzi di qualsiasi altra cosa, compreso Gesù.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Cecilia Pizza

Università degli studi di Milano - Studentessa fuori sede di Comunicazione e società. Vivo la mia vita tra università, scout, amici e famiglia. Il mio weekend perfetto non può che essere tra le montagne. Una bella passeggiata, i calzettoni, le suole degli scarponi consumate, una canzone suonata con la chitarra nel bosco, scatolette di tonno e mais e un bel libro da leggere all'ombra di un albero. Tornare a casa , prendere carta e penna e mettere tutto nero su bianco. Ma se mi proponeste una giornata di relax alle terme non pensate che rifiuterei.

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017