Ti trovi qui: / / BioBeats, i big finanziano lo spinoff dell’Università di Pisa

BioBeats, i big finanziano lo spinoff dell’Università di Pisa

Nata nel 2013 come spinoff dell’Università di Pisa, BioBeats lega intelligenza artificiale e musica, monitorando i livelli di stress e lo stato di salute dell’utente. Tra i vip finanziatori Willy Smith e James Pallotta

Controllare le frequenze cardiache, misurare e abbassare i picchi di stress, imparare le tecniche per una corretta respirazione e produrre musica su misura in base allo stato di salute generale dell’utente. Tutto questo è Biobeats, la società nata nel 2013 come spinoff dell’Università di Pisa che oggi ha sede in California nel cuore della Silicon Valley e che vanta una squadra di finanziatori d’eccellenza.

Un totale di 650 mila dollari sono stati infatti investiti nel progetto da parte di nomi celebri come ad esempio l’attore Will Smith, o come Scooter Brown, celebre manager di successo, o James Pallotta proprietario dell’AS Roma o come  Nadeem Kassam, l’imprenditore americano che ha brevettato il primo e-watch della storia venduto poi ad Intel.

L’idea è venuta a Davide Morelli, ingegnere informatico dottorando dell’Università di Pisa e cofondatore di Biobeats che in collaborazione con David Plans ricercatore inglese nel campo dell’intelligenza artificiale dell’Univeristy of Surrey, ha ideato questo nuovo modo di integrare musica, wellness e tecnologia. 

Attraverso lo smartphone infatti Biobeats acquisisce dati fisiologici in modo sicuro e cifrato ed elabora profili sulla qualità del sonno, sul livello di attività dell’organismo, e sullo stress, con interventi personalizzati per ogni utente. Utilizzando la telecamera del telefono, è ad esempio possibile ricavare il battito cardiaco dell’utente grazie all’Applicazione chiamata Pulse e creare musica nell’immediato seguendo le pulsazioni del cuore; con il programma Hear and Now si possono invece imparare tecniche di rilassamento attraverso la respirazione basate su musica selezionata ad hoc, e, attraverso il sistema Get On App, è possibile trovare la musica più adatta alla velocità del passo della propria camminata . “L’innovazione sta nel poter generare musica in tempo reale sincronizzandola con il cuore, il motore dell’organismo, sfruttando le nuove tecnologie al servizio del benessere fisiologico delle persone” ha spiegato Morelli in occasione del ritiro del premio Digital Innovation Contest for Clinical Excellence che ha portato ad un ulteriore fondo di ricerca e alla possibilità di collaborare con il Bupa l’associazione di Health Insurance inglese.

Il progetto è rivolto non solo ai singoli utenti, ma anche alle aziende: può essere integrato infatti con i sistemi di gestione del personale delle singole imprese, al fine di aumentare la correlazione tra benessere fisico e produttività, aiutando i dipendenti nella gestione dello stress attraverso programmi personalizzai di coaching.

Un’eccellenza nel campo delle nuove tecnologie legate al wellness che nasce da un idea Made in Italy, e che ha convinto in tutto il mondo a giudicare dal boom di download degli ultimi mesi;  “Nelle università italiane ci sono ancora talenti straordinari  e un livello elevatissimo di competenze” prosegue Morelli, “In certi casi, quel che è normale per i nostri ricercatori, altrove, Stati Uniti compresi, è fantascienza. Il nostro problema, oltre ai vincoli della burocrazia, è portare sul mercato queste capacità, comprendere la potenzialità di un business e attirare l’attenzione dei venture capital.”

Un velato invito a potenziali finanziatori italiani a favore della musica scelta dal cuore. 

 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Francesca

Università degli Studi di Milano. Laureata in Scienze Politiche Internazionali. La musica rock. Ballare sotto la pioggia. Una birra con gli amici. Un giro in bicicletta il giorno prima del tuo compleanno. La Juve che vince in Champions. The joints. Il post-sbornia nelle lenzuola pulite. Un tuffo dallo scoglio più alto. La risata di mia mamma. Dormire fino a tardi senza sentirsi in colpa. Il poker del lunedì. Cantare in macchina a squarciagola. Io e il mio cane al parco la domenica pomeriggio.

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry