Ti trovi qui: / / Charles Manson: la strage "Helter skelter"

Charles Manson: la strage "Helter skelter"

Dal 1972, lo spirito che aveva generato la cultura hippie sembrava avviarsi alla conclusione. Tutto questo si accentuò ulteriormente quando Sharon Tate e Leno e Rosemary LaBianca vennero uccisi nell’agosto del 1969 da Charles Manson e dalla sua “famiglia” di adepti. 

Gli eventi di Altamont avevano sconvolto molti americani, compresi quelli che si erano fortemente identificati con la cultura hippie. Tutto questo si accentuò ulteriormente quando Sharon Tate, Leno e Rosemary La Bianca vennero uccisi nell’agosto del 1969 da Charles Manson e dalla sua “famiglia” di adepti, in nome del cosiddetto “ Helter Skelter”, celebre canzone dei Beatles, alla quale loro diedero un nuovo significato : il massacro in nome della pace. 

Charles Manson era un giovane musicista hippie, che cavalcò l’onda della “ summer of love” del 1969. Si trasferì a San Francisco dove si circondò giovani,  hippies che soggiogati dal suo carisma violento e fanatico lo seguirono e crearono una comune in un area isolata di Los Angeles battezzandosi “ la famiglia” . Ben presto il numero di adepti aumentò,molti giovani dal passato difficile presero parte al gruppo affascinati da Charles che grazie alle sue capacità oratorie venne considerato alla stregua di un leader religioso in grado di profetizzare la cultura satanica e l'olocausto razziale che avrebbe dovuto portare la razza bianca al dominio totale su quella nera. E' in questo periodo che si consumano i primi bagni di sangue. Il fallimento in campo musicale di Charles Manson, aumentò ancora di più il suo rancore verso la società. Questa sua rabbia repressa trovò sfogo la notte del 9 agosto 1969 nella carneficina compiuta in nome di coloro che l’avevano rifiutato.

Nel 1969, alcuni membri della famiglia fecero irruzione nella villa del regista Roman Polanski, allora via per lavoro, e della giovane e gravida Sharon Tate, quella sera frequentata da altri amici del mondo dello spettacolo. Gli adepti agirono senza nessuna pietà, massacrando tutti i presenti. Vennero tracciate col sangue delle vittime parole oscene tra cui il titolo della celebre canzone dei Beatles “ Helter skelter”, che significa “ confusione”, reinterpretata da Manson come “ l’arrivo del caos” “ la fine del mondo”. Dopo poco tempo la famiglia e Charles Manson vennero arrestati. Il processo passò alla storia per la sua lunghezza ( durò più di un anno) per concludersi con la condanna all’ergastolo per tutti i membri.

Una delle tragedie più crudeli e ingiuste mai compiute che portò alla fine di quell’epoca che nacque con i fiori,  e si concluse con questo tragico evento. 

 

Veronica Perazzolo

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Veronica Perazzolo

Un'artistoide dall'indole nomade . Non amo la caoticità della città, vivrei perennemente a piedi scalzi, con la biografia di qualche veterano della " summer of love" e Neil Young in sottofondo. Non amo calpestare lo stesso suolo troppo a lungo. Filosofa a tempo perso e cantante soul a tempo.. indeterminato. Vivo tra l'Italia e l'Australia da cinque anni, sempre alla ricerca di quelle " Good Vibes" tra concerti, festival e amicizie singolari. Sono sempre più convinta di essere nata nell'epoca sbagliata. Gli anni 70 avrebbero fatto più al caso mio.

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017