Ti trovi qui: / / Cosa mettere in valigia per quattro giorni a Londra!

Cosa mettere in valigia per quattro giorni a Londra!

Londra è una delle capitali europee più visitate da turisti di tutte le età e nazionalità. Londra è una meta ideale sia che si voglia trascorrere una vacanza studio per imparare la lingua, sia che si desideri, invece, trascorrervi pochi giorni.

Una vacanza breve a Londra

Quattro giorni a Londra sono sufficienti per riuscire a visitare l'essenziale. E' consigliabile, se il tempo lo consente, fare un giro di tutta la città, visitando solo dall'esterno, tutte le principali attrazioni: Buckingham Palace, The Tower Bridge, Il Big Ben e Westminster sono le mete imperdibili. Un giro per mercatini, poi, può essere concesso, scegliendo quello di Campden Town e Portobello. Se avanza del tempo, una mezza giornata può essere dedicata alla visita del Museo delle Cere dove scattarsi selfie coi personaggio più famosi e, per la cena, da non perdere è la tappa a China Town.

Cosa mettere in valigia

Se si va a Londra in primavera, bisogna mettere in conto che un po' di pioggia sarà inevitabile, come, del resto, in qualsiasi momento dell'anno. Da aprile a fine giugno, tuttavia, anche se aumenta la pioggia, aumenta anche la temperatura, dunque, in valigia è bene mettere abbigliamento primaverile ed estivo, senza dimenticare di aggiungere un maglione per quando va via il sole ed un kway per quando la pioggia si fa incessante. Non bisogna assolutamente dimenticare, inoltre, un ombrello ed una guida turistica ben fatta per evitare di perdere tempo e poter andare diretti nei posti scelti.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Cecilia Pizza

Università degli studi di Milano - Studentessa fuori sede di Comunicazione e società. Vivo la mia vita tra università, scout, amici e famiglia. Il mio weekend perfetto non può che essere tra le montagne. Una bella passeggiata, i calzettoni, le suole degli scarponi consumate, una canzone suonata con la chitarra nel bosco, scatolette di tonno e mais e un bel libro da leggere all'ombra di un albero. Tornare a casa , prendere carta e penna e mettere tutto nero su bianco. Ma se mi proponeste una giornata di relax alle terme non pensate che rifiuterei.

Ladri di libri mai…Affamati di cultura sì! Cosa è successo nella biblioteca di Via Noto?

Che cos'è un libro? La parola stessa corrisponde all'incertezza semantica e molti che hanno preparato l'esame di storia della stampa e dell'editoria lo sanno bene. Libro &egr...

L'enigma della semplicità: Edward Hopper.

Alla scoperta dell'artista statunitense che ha stregato il novecento.

La pace secondo John Lennon

Dalla protesta "bed in" allo slogan "give peace a chance"