Ti trovi qui: / / Premi studio per una tesi e un progetto di ricerca su Mario Luzi

Premi studio per una tesi e un progetto di ricerca su Mario Luzi

Il Comune di Montemaggiore al Metauro, in collaborazione con l'Associazione Culturale Revêrie, la Fondazione Carlo Bo, l'Università degli Studi di Lovanio (BE), con il patrocinio dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, bandisce un concorso per l'assegnazione di n. 2 premi di studio: un premio da 700 euro per una tesi di laurea specialistica, magistrale o di dottorato sull'opera e la figura del poeta Mario Luzi, e uno da 1000 euro per un progetto di ricerca sull'opera e la figura del poeta. Nella domanda la/il candidata/o dovrà indicare i propri dati anagrafici e il domicilio eletto ai fini del concorso, comprensivo di indirizzo e-mail e numero di cellulare, come da facsimile reperibile presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Montemaggiore o sul sito http://www.comune.montemaggiore.pu.it. Alla domanda per il Premio di Euro 700,00 dovranno essere allegati: −una copia della tesi di laurea specialistica, magistrale o di dottorato discussa in Università italiane e straniere, in formato cartaceo e digitale (su CD); −autocertificazione o copia del certificato di laurea specialistica, magistrale o di dottorato; −un breve curriculum studiorum. Alla domanda per il Premio di studio di Euro 1.000,00 dovranno essere allegati: −una copia cartacea e digitale (su CD) del progetto di ricerca sull'opera e la figura del poeta Mario Luzi; −autocertificazione o copia del certificato di laurea specialistica, magistrale o di dottorato; −un breve curriculum studiorum. Non saranno accettati lavori che siano antecedenti l'anno accademico 2009/2010 e le tesi di corsi triennali. Per il bando completo si veda: http://www.uniurb.it/it/cdocs/BS/2958-BS-2502201591207-bando.pdf
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry