Ti trovi qui: / / E il dibattito sullo Human Technopole continua

E il dibattito sullo Human Technopole continua

Al centro dell’arena di nuovo la ricerca scientifica italiana, una tematica sensibile che ultimamente è stata oggetto di discussione per la gestione di fondi pubblici stanziati per un progetto privato, lo Human Technopole. Creato e finanziato in modo unilaterale senza tenere in considerazione la comunità scientifica nel suo complesso, il piano ha ricevuto non poche critiche.

Lo Human Technopole, il polo di ricerca voluto dal governo nell'ambito del progetto post-Expo, non smette di generare polemiche. Come aveva spiegato Davide Cerutti in un suo articolo di qualche settimana fa, ciò che gli accademici non hanno apprezzato del progetto non è stato tanto il piano in sé, quanto piuttosto il fatto che il notevole stanziamento di risorse pubbliche in questione fosse destinato ad un unico ente, per giunta privato.

La questione è arrivata anche su Nature, una delle più antiche ed importanti riviste scientifiche esistenti nell'ambito della comunità scientifica internazionale. In un recente articolo, la rivista spiega come il dibattito sia stato riacceso dalla presentazione di un documento da parte di Elena Cattaneo – Senatrice a vita, neuroscienziata e docente all’Università degli Studi di Milano.

La Cattaneo spiega alla rivista che conferire una così grande somma di denaro pubblico (1.5 miliardi di euro) ad un ente privato, senza dietro una discussione e uno scambio di idee da parte dell’intera comunità scientifica, corrompa l’etica stessa della scienza. La Senatrice ha definito lo Human Technopole «un progetto nato in modo improvvisato come non avviene in alcun Paese, che l’esecutivo ha affidato a un ente, l’Istituto italiano di tecnologia, scelto arbitrariamente»

Dello stesso parere Giorgio Parisi, noto fisico italiano, che sottolinea come un investimento di tale portata dovrebbe coinvolgere l’intera comunità scientifica, sottoponendo i  diversi progetti ad un’attenta analisi e comparazione.

La Cattaneo inoltre contesta la scelta di conferire all’IIT il coordinamento del progetto, la scienziata fa notare come l’Istituto non abbia speso tutti i fondi ricevuti nel 2013 e ha sollevato la questione sul perché l’esecutivo non abbia allocato ad altre strutture di ricerca la somma non utilizzata.

Per i sostenitori del progetto, questi attacchi sono "interamente politici”, come sostiene Roberto Cingolani, l'architetto di Human Technopole e direttore dell’IIT.
Emilio Bizzi, dell'Istituto di Tecnologia del Massachusetts (MIT) spiega anche come non sia "niente di inusuale per un governo dettare politiche scientifiche".

Il Parlamento è chiamato ora a decidere sull’argomento portato avanti dalla Cattaneo, ma ciò che è più importante è come questa accesa discussione stia riportando sotto i riflettori la questione della gestione dei fondi per la ricerca. L’Italia è infatti uno dei pochi paesi europei che non ha un’agenzia di ricerca nazionale, che sarebbe necessaria per una gestione trasparente dei fondi e per un monitoraggio del lavoro dello Human Technopole.

Staremo a vedere come la questione sarà portata avanti all’interno del dialogo politico, e se, in definitiva, si otterranno risultati concreti. 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Martina

Università degli Studi di Milano. Laureata in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee. I tulipani bianchi, i laghi, i lamponi, i colori dell’autunno, le tragedie greche, la pizza. Costantemente alla ricerca della leggerezza, adoro leggere, ascoltare e raccontare. Amo la bellezza, che uso come criterio con il quale comporre la mia vita.

Midterm Elections 2018: The War for America’s Soul

Even as pundits predict and pontificate, the midterm elections are only yet another battle for the commanding heights of America’s torn soul. In Silicon Valley, the sun is shining and it does...

The Student Debt Crisis: Could It Slow the US Economy?

rowing student loan debt is “changing the culture of America,” says one expert, and it impacts the economic choices we make all the way through retirement. That rising student debt is o...

Europe Is Caught in a Wheel of Xenophobia

The assimilation policy of integration, actively practiced across Europe, is one of the main prerequisites of xenophobia. The latest measurements in Europe show that after a sharp spike in xenophob...