Ti trovi qui: / / E tu quante lingue parli ?

E tu quante lingue parli ?

Arguelles - linguista statunitense considerato uno dei maggior poliglotti al mondo - in un’intervista rilasciata al New Scientist, racconta di aver imparato durante gli anni degli studi universitari francese, tedesco, spagnolo, latino, greco e sanscrito. Negli anni successivi di  essersi dedicato alle lingue medievali come il norreno (danese, svedese, islandese e norvegese nelle loro forme più antiche), l'alto-tedesco medio (parlato tra il 1050 e il 1350 circa) e il francese antico e di aver aggiunto in seguito alcuni dialetti germanici, l'olandese, lo svedese e altre lingue scandinave, l'italiano, il portoghese, l'occitano  e il catalano. In seguito c'è stata la scoperta di coreano, giapponese, mandarino e cinese classico, russo, arabo, persiano, indi, turco, swahili.

Arguelles racconta di aver studiato tutte queste lingue utilizzando un metodo, quello dello “ Shadowing “: ripetere a voce alta i termini che ascolta in cuffia mentre cammina all’aria aperta e poi studiarli per ore. Per Arguelle questo esercizio è una palestra mentale quasi irrinunciabile durante la sua giornata.

Con questo metodo riesce ad imparare anche una lingua a settimana, ma i suoi studi adesso si stanno spostando su lingue quali persiano, arabo e russo, le quali gli permettono di accedere a patrimoni culturali e letterari immensi. Provenendo da una famiglia poliglotta, lo stesso Arguelles, sta tramandando ai suoi figli questa passione per le lingue, ma infine aggiunge che non ha comunque perso la spontaneità di utilizzare il tedesco, ad esempio, per inveire, ad esempio.
Quindi, quante lingue conosci ?
 

 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Wings4students ti mette le ali

Impara l'inglese vincendo

An Exemplar of Motherhood: Sister Nivedita

“England has sent us another gift in Miss Margaret Noble” said the great Swami Vivekananda in his speech he introduced a lady of Scottish-Irish descent by birth and an Indian by choice, li...

Donald Trump: Our UnFounding Father

Donald Trump isn’t an aberration. He’s the zeitgeist. Don’t look away. I mean it! Keep on staring just like you’ve been doing, just like we’ve all been doing since&nbs...