Ti trovi qui: / / Ecco i 7 trucchi per migliorare la memoria prima di un esame

Ecco i 7 trucchi per migliorare la memoria prima di un esame

C’è chi passa ore ed ore con la testa sul libro sperando di apprendere per osmosi. Chi si ritrova a far sempre tutto il giorno prima dell’esame e chi tenta il tutto per tutto pur avendo solo ‘tabula rasa’ in testa. Ma qual è il problema che accomuna il tipico homo universitarius? La memoria, non è mai abbastanza. Ma se vi dicessi che ci sono dei metodo scientifici che aiutano la nostra memoria ad apprendere e ricordare meglio ci credereste? Bhe, direi che un tentativo non fa mai male, soprattutto se siamo nella disperazione più assoluta. Ecco allora i 7 trucchi (che non ti aspetti) per migliorare la tua memoria:
  1. Bevete caffè Il nettare degli dei, oltre a tenerci svegli durante l’after di studio compulsivo, ha delle proprietà eccitanti che fanno lavorare meglio il cervello. Uno studio rileva che bere caffè dopo aver imparato qualcosa può aiutarci a ricordarla meglio, ma come succede? La caffeina causa il rilascio di norepinefrina, che può migliorare il processo di formazione del ricordo: “se stimolate il vostro cervello con un agente come la caffeina per rendere la vostra capacità di ricordare più veloce, efficiente e forte, allora avrete gettato le basi per una memoria futura più stabile”.
  2. Sollevate pesi Siete andati a lezione e volete ricordarvi meglio tutto quello che il professore ha detto? Provate a sollevare pesi per una ventina di minuti. Uno studio del Georgia Institute of Technology ha scoperto che la memoria episodica (la memoria a lungo termine degli eventi) può essere potenziata da una breve sessione di esercizi di resistenza.
  3. Smettete di fumare So che per alcuni può sembrare un’eresia, soprattutto in periodo d’esami, ma eliminare le sigarette dalla vostra routine può migliorare la vostra memoria (oltre che la vostra vita). In uno studio del 2011 della Northumbria University, sono stati esaminate 3 diverse tipologie di persone: fumatori, ex fumatori (che avevano smesso da più di due anni) e non fumatori. I partecipanti dovevano svolgere specifiche attività in diverse zone del campus, e il risultato è stato che i non fumatori hanno mostrato una migliore capacità di portare a termine l’attività correttamente, mentre gli ex fumatori hanno condotto prestazioni migliori del 25% rispetto ai fumatori. Un motivo in più per smettere di fumare.
  4. Fate sesso regolarmente Fra tutte, questa è sicuramente l’attività più divertente per migliorare la nostra memoria. È stato riscontrato che una costante attività sessuale aumenta la produzione di nuovi neuroni (processo chiamato neurogenesi), che permetteva di migliorare le prestazioni cognitive legate all’età. Ma il sesso non fa miracoli, quindi non pensate che avere rapporti tutto il giorno vi porti a passare l’esame anche se non avete studiato perché eravate “troppo impegnati”.
  5. Allenatevi regolarmente Allenando il fisico con un esercizio aerobico due volte a settimane allenerete anche la memoria. Uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine sostiene infatti: “L’esercizio fisico aumenta la produzione di cellule nell’ippocampo, e permette loro di essere più attive una volta generate. Questo può portare un lieve, ma importante, aumento del volume dell’ippocampo, sede della costruzione della memoria”.
  6. Dormite e riposatevi al meglio Se volete ricordare tutto ciò che sentite, vedete o fate ogni giorno, sarà meglio riposare bene durante la notte. Il sonno è infatti essenziale per il mantenimento ottimale della memoria a lungo termine: quando si immagazzinano delle nuove informazioni, il cervello ci mantiene svegli, e quando sarà pronto a convertire tutto in ricordi a lungo termine, allora sarà il momento di riposare. Forse conviene evitare serate impegnative proprio prima di un esame.
  7. Annusate il rosmarino Mark Moss, capo del dipartimento di Psicologia alla Northumbria University, dice: “Ho studiato a lungo le proprietà del rosmarino e la sua azione sulla memoria”. In una recente indagine, infatti, è stato osservato che i soggetti situati in stanze profumate di rosmarino mostravano maggiori capacità di ricordare eventi e attività da svolgere in futuro, rispetto ai soggetti non sottoposti a questo profumato trattamento. Questo perché l’odore del rosmarino aumenta la stimolazione dei neuroni colinergici che giocano un ruolo essenziale per la memoria.
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Miriam Tagini

Università Cattolica. Studente di Linguaggi dei Media. Ritardataria e sognatrice di professione. Determinazione è la mia parole d'ordine. Sono convinta che ognuno di noi, anche se nel proprio piccolo, ha le potenzialità di stravolgere la propria vita e cambiare il mondo. Mi piace essere circondata di parole, con le quali cerco di raccontare la realtà che vivo quotidianamente. Cosa voglio fare da grande? La giornalista, ovvio.

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry