Ti trovi qui: / / Febbre da “The Floating Piers”: tutti pazzi per la passerella sull’acqua di Christo

Febbre da “The Floating Piers”: tutti pazzi per la passerella sull’acqua di Christo

Inaugurata da poco, lo scorso 18 giugno per l’esattezza, la passerella pedonale The Floating Piers collega Montisola e l’Isola di San Paolo alla terraferma, a Sulzano.

L'opera galleggiante è stata realizzata da Christo, un artista bulgaro che ha scelto il Lago d'Iseo come location per la sua ultima installazione, che è composta da 200mila cubi di polietilene ad alta densità, ricoperti interamente da 70mila metri quadrati di tessuto giallo: il risultato finale è un percorso di cinque chilometri di cui tre sull'acqua. Un’esperienza unica ed irripetibile, una vera e propria passeggiata a filo d’acqua.

“Il primo giorno di apertura della passerella sono state registrate complessivamente 55mila persone alle ore 19 e 30 – annuncia la cabina di regia di The Floating Piers - In meno di dodici ore i numeri confermano le previsioni ed il sistema logistico e dei trasporti ha sostenuto il grande afflusso di visitatori anche meglio di quanto ci si potesse aspettare”.

Ovviamente la presenza di turisti e curiosi sulla passerella è condizionata molto dalla variabilità del tempo atmosferico, dunque nel caso di peggioramento delle situazioni metereologiche l’accesso ai visitatori sarà bloccato. È già successo infatti che l’allerta maltempo abbia costretto gli organizzatori a far evacuare i turisti, costringendo inoltre la chiusura per tutta la notte.

Ma l’opera piace così tanto che in pochi si sono fatti fermare dal maltempo e dalle lunghe code per entrare; la cabina di regia infatti fa sapere che gli afflussi del secondo giorno, 19 giugno, sono stati simili a quelli del primo giorno, con “numeri in linea con le previsioni per il primo fine settimana”.

Istruzioni per l’uso

Il percorso di tre chilometri che segue il naturale movimento delle acque del lago d’Iseo sarà aperto dal 18 giungo al 3 luglio, 24 ore su 24, completamente gratuito.
L’accesso alle passerelle sarà possibile da quattro punti: Sulzano, unico collegamento con la terraferma sulla sponda bresciana del lago di Iseo, Peschiera Maraglio, Peschiera ambito industriale e Sensole, entrambe su Montisola, raggiungibili via battello.

Per raggiungere The Floating Pears ci sono tre alternative: auto, treno o battello.
Chi sceglierà l'automobile dovrà rinunciare ad arrivare a Sulzano e poi lasciare il proprio mezzo nei parcheggi disponibili in 11 diverse località lungo la costa sud orientale del lago o a ridosso delle uscite dell'autostrada A4. Da lì le navette porteranno i visitatori fino al ponte galleggiante. Per una migliore fruizione dell'opera, Sulzano sarà resa una Ztl rossa non raggiungibile con i mezzi privati.
Chi invece arriverà in treno dovrà prendere la linea Brescia-Iseo-Edolo; linea che Trenord ha recentemente potenziato con 84 treni al giorno da Brescia, uno ogni 20 minuti.
Infine, coloro che utilizzeranno il battello dovranno rivolgersi a Navigazione Lago d'Iseo, che ha predisposto un servizio di linea integrato che consente di raggiungere le località di Monte Isola interessate dall'evento.

 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Miriam Tagini

Università Cattolica. Studente di Linguaggi dei Media. Ritardataria e sognatrice di professione. Determinazione è la mia parole d'ordine. Sono convinta che ognuno di noi, anche se nel proprio piccolo, ha le potenzialità di stravolgere la propria vita e cambiare il mondo. Mi piace essere circondata di parole, con le quali cerco di raccontare la realtà che vivo quotidianamente. Cosa voglio fare da grande? La giornalista, ovvio.

How Fintech Is Eating The World

Via https://www.forbes.com

What Modern Science Can Learn from Indigenous Knowledge

The assumption is that what works in wealthy countries can work anywhere. Advancements in the science of building design for earthquake resilience are enabling the development of high-ris...