Ti trovi qui: / / HeLLeR: una nuova frontiera del rock

HeLLeR: una nuova frontiera del rock

Sei Marzo 2015: al locale We Milano, si è potuto assistere l’attesissima presentazione del singolo “Stay with me”, l’ultima creazione della cantante italoamericana HeLLeR.  La ragazza, resasi nota nel 2008 con il primo album ”Rock woman”, è finalmente pronta per rimettere alla prova le sue già note capacità comunicative. La canzone si presenta alla grande: un rock melodico che miscela alla perfezione la dolcezza degli archi con la rudezza delle chitarre elettriche.  L’inizio del brano crea un’atmosfera quasi malinconica, ma il suo progressivo crescere tramuta la tristezza in speranza arrivando, infine, a un vero e proprio grido liberatorio.  Liberazione: è questo il ruolo fondamentale della musica, ma da che cosa dovrebbe liberarci? HeLLeR afferma che “ogni individuo, fin da bambino, è avvezzo a indossare una moltitudine di maschere che frenano la sua vera emotività”.  In questa visione dell’uomo, a tratti pirandelliana, ogni maschera non solo ci porta ad assumere atteggiamenti che non ci appartengono, ma ci conduce ad una progressiva perdita dell’individualità. Il potere della musica può aiutarci a far cadere queste maschere, specialmente se accompagnato dalle giuste immagini.  Il video di “Stay with me” è decisamente impattante e, esponendo con semplicità il tema del cambiamento sociale, si integra alla perfezione con il brano.  Nel finale, quando la canzone giunge al culmine della sua potenza, i personaggi liberano il proprio volto riscoprendo sentimenti genuini come amore, gioia, pace e gratitudine. Le impressioni alla premiere sono state più che positive, con tutti i presenti che sono rimasti letteralmente estasiati dalla personalità della solista italo americana. Con una parlantina spontanea e persuasiva e l’inconfondibile scintillio da rock star nelle pupille, la cantante ha esposto con grinta le sue idee: “il cambiamento sociale deve venire innanzitutto dal basso poiché è altamente improbabile che venga dall’alto” sottendendo che è compito delle persone comuni dare il via alla svolta.  Questo è l’aspetto essenziale: coinvolgere il pubblico a 360 gradi e indurlo a gettare le maschere dell’oppressione. Si dice che la musica sia la colonna sonora della nostra esistenza, che attraverso essa possiamo scoprire nuove emozioni e nuovi modi di percepire il mondo.  La sua forza comunicativa può portare la nostra anima al travaglio e farla rinascere in nuove forme. HeLLeR fa sicuramente parte di quella categoria di artisti che concepisce la musica esattamente in questo modo.  La sua sensibilità e il suo genere musicale, il rock, la portano inevitabilmente a voler cambiare la società provocando un tormento benefico nelle coscienze delle persone. E’ certamente un progetto molto ambizioso sia per la sua intrinseca portata, sia perché, nel panorama italiano, lo spazio mediatico per le rock band nostrane è piuttosto risicato, ma l’augurio è che questa nuova frontiera della musica possa dispiegare le sue ali. https://youtu.be/B2ZI8yycIzY
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Samuele Casadei

Università degli Studi di Milano. Studente di Scienze Politiche. Dietro il tipico tamarro di periferia si cela un sentimentalone amante della poesia e della natura. Ritiene la musica l’arte più incantevole di tutte e si diletta nell’ascolto dei gruppi Indie più disparati. Sa di non sapere, quindi sa.

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry