Ti trovi qui: / / Il valore aggiunto del volontariato : AIESEC

Il valore aggiunto del volontariato : AIESEC

 

Il termine volontariato ha storicamente sempre incuriosito sociologi, filosofi, giornalisti e studiosi di letteratura. La definizione riprendere il concetto di "aiutare chi è in difficoltà": ma cosa si nasconde realmente dietro il termine volontariato? I giovani di oggi sono interessati a questo tipo di esperienze?

 

Negli ultimi anni sono tantissimi i giovani che sono partiti per un’esperienza all’estero, tornando con una ricchezza umana ma, grazie ad organizzazioni come AIESEC, anche profondamente professionale.    

AIESEC è una no profit con una rete di 126 paesi ed oltre 200.000 opportunità internazionali organizzati ogni anno. Sono oltre 1300 i ragazzi che l’anno scorso hanno vissuto questa esperienza; da più di 60 anni ha come obiettivo la riduzione dei conflitti nel mondo e lo sviluppo del potenziale umano. Riponendo la  fiducia nei giovani, in quanto la chiave per un futuro migliore. A  tale fine la leadership è di certo il fattore più importante.

Ognuno può sviluppare le proprie capacità di leadership attraverso esperienze pratiche in ambienti sfidanti: ciò avviene con opportunità di mobilità internazionale che AIESEC crea in tutto il mondo. Coinvolgendo il numero maggiore di persone in questo tipo di esperienze concrete, viene assicurato di sviluppare leader consapevoli, orientati alle soluzioni, che ispirano ad agire e sono aperti e curiosi verso diverse culture.

AIESEC vuole promuovere uno sviluppo sostenibile andando ad agire su quelli che sono i problemi più tangibili del mondo di oggi: proprio per questo, attraverso la partnership con le Nazioni Unite, i progetti vanno ad operare sui 17 Goal di Sviluppo Sostenibile Globali definiti dall’ONU nell’Agenda 2030.

Tutte le attività di AIESEC, sono allineate perciò a tematiche come riduzione dell’impatto climatico, sostegno per un’educazione di qualità, equità di genere, riduzione delle diversità, sviluppo economico e delle infrastrutture, pace, giustizia e forti istituzioni. Offrendo a livello globale più di 28000 opportunità di esperienze concrete.

Le esperienze all’estero hanno una durata che varia dalle 6 alle 8 settimane, i tempi d’attesa sono particolarmente brevi e variano in base alla disponibilità della persona.

I progetti si rivolgono a giovani tra i 18 e i 30 anni, vi è un contributo da versare all’associazione.

Per informazioni la referente per quanto riguarda l’Università degli Studi di Milano è Carlotta Tamburini, studentessa di giurisprudenza collabora da diversi mesi con AIESEC.

 

Scopri di più sul sito aiesec.it.

Per maggiori informazioni manda una mail a info@aisec.it.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Ladri di libri mai…Affamati di cultura sì! Cosa è successo nella biblioteca di Via Noto?

Che cos'è un libro? La parola stessa corrisponde all'incertezza semantica e molti che hanno preparato l'esame di storia della stampa e dell'editoria lo sanno bene. Libro &egr...

L'enigma della semplicità: Edward Hopper.

Alla scoperta dell'artista statunitense che ha stregato il novecento.

La pace secondo John Lennon

Dalla protesta "bed in" allo slogan "give peace a chance"