Ti trovi qui: / / La nuova app per foto notturne perfette

La nuova app per foto notturne perfette

Un'app per scattare con lo smartphone foto notturne "perfette", che non risultino sfuocate, sgranate o buie, come quelle che si otterrebbero con una macchina fotografica professionale: è l'esperimento di un ricercatore di Google che presto potrebbe finire sul negozio digitale di applicazioni Android alla portata di tutti.

Florian Kainz, ingegnere del software specializzato nella piattaforma di realtà virtuale Daydream, è stato messo alla prova da alcuni colleghi sulla capacità di realizzare foto notturne col suo smartphone con la stessa qualità di un mezzo professionale. Sul blog della compagnia Kainz spiega di aver sviluppato una semplice app per Android che gli lascia la possibilità di controllare manualmente i tempi di esposizione, la messa a fuoco e la sensibilità della fotocamera alla luce. Con lo scatto l'app registra fino a 64 fotogrammi in un sol colpo e poi li "fonde" per rimuovere l'effetto sfuocato che normalmente si vede nelle foto notturne.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Cecilia Pizza

Università degli studi di Milano - Studentessa fuori sede di Comunicazione e società. Vivo la mia vita tra università, scout, amici e famiglia. Il mio weekend perfetto non può che essere tra le montagne. Una bella passeggiata, i calzettoni, le suole degli scarponi consumate, una canzone suonata con la chitarra nel bosco, scatolette di tonno e mais e un bel libro da leggere all'ombra di un albero. Tornare a casa , prendere carta e penna e mettere tutto nero su bianco. Ma se mi proponeste una giornata di relax alle terme non pensate che rifiuterei.

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017