Ti trovi qui: / / La Sapienza taglia le tasse universitarie per circa 40.000 studenti

La Sapienza taglia le tasse universitarie per circa 40.000 studenti

La manovra da tre milioni e mezzo di euro favorirà i redditi più bassi e premierà il merito

Sconti per gli studenti con reddito Isee fino a 30.000 euro, bonus destinati ai più bravi da usare per l’iscrizione all’anno successivo, riduzioni per gli immatricolati con voto di maturità pari o superiore a 95/100, conferma dell’esenzione totale per chi si diploma con 100/100 e delle agevolazioni per le famiglie con più iscritti alla Sapienza.

Sono solo alcuni dei provvedimenti riguardanti le tasse universitarie per l'anno accademico 2016-2017, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo per favorire l’accesso all’istruzione superiore agli studenti meno abbienti e più meritevoli. La manovra, da circa tre milioni e mezzo di euro, è stata resa possibile grazie alla gestione virtuosa dell’Ateneo, nonostante il calo dei finanziamenti statali. A beneficiare delle riduzioni saranno circa 40.000 studenti.

“La Sapienza intende fare la propria parte – spiega il rettore Eugenio Gaudio - perché il diritto allo studio, sancito dalla Costituzione, sia garantito al più ampio numero di persone possibile. Le misure adottate oggi hanno l’obiettivo di far fronte al problema del basso numero di laureati in Italia e delle difficoltà economiche del Paese, oltre che di valorizzare l’impegno e le capacità dei nostri studenti. Con le nuove agevolazioni uno studente con merito elevato e basso reddito potrà vedere praticamente azzerate le tasse universitarie”.

Le novità sulle tasse per l'a.a. 2016-2017

  • Estensione della riduzione fino al 20% ai redditi Isee entro 30.000 euro
    È stato confermato lo sconto del 20% sugli Isee entro i 20.000 euro. L’agevolazione inoltre sarà estesa per gli Isee fino a 30.000 euro in base a un coefficiente legato al reddito. La prima misura riguarda circa 22.000 studenti; l’estensione agli Isee fino a 30.000 euro interesserà altri 12.000 studenti, oltre il 50% in più. Si conferma anche per quest’anno lo sconto per le famiglie con più figli iscritti all’Ateneo (cosiddetto bonus fratello/sorella, pari a una riduzione delle tasse dal 20% al 30%).
     
  • Sconto di 300 euro per le matricole con voto di maturità superiore a 95/100
    Gli studenti che si immatricoleranno all’anno accademico 2016-2017 potranno usufruire di una riduzione pari a 300 euro se il loro voto di maturità sarà compreso tra 95 e 99 centesimi. Si tratta di una somma fissa indipendente dal reddito. Mentre per gli studenti che hanno ottenuto il massimo dei voti (100 e 100 e lode), si conferma anche quest’anno, l’esenzione totale dal pagamento della prima rata, così come la possibilità di continuare a non pagare nulla anche per gli anni successivi se viene mantenuta una media agli esami di 28/30.
     
  • Per i meritevoli bonus economici per l’iscrizione agli anni successivi
    Viene attribuito un bonus che si potrà detrarre dalle tasse dovute per l’iscrizione all’anno successivo per gli studenti migliori, valutati per ciascun corso di studio, in base agli esami sostenuti pesati con i relativi voti. L’agevolazione riguarderà un contingente fisso pari al 5% degli studenti in corso, corrispondente a oltre 3000 iscritti. Ogni anno, per ciascun corso di studio, verrà predisposta una graduatoria che terrà conto della regolarità degli studi e del merito, concedendo a tutti gli iscritti in corso le medesime opportunità, indipendentemente dalla Facoltà prescelta. Saranno disponibili gli strumenti informatici che consentiranno agli studenti di conoscere in tempo reale la propria posizione di merito e il relativo sconto.
        
  • Riduzione delle tasse per gli stranieri non residenti in Italia
    Anche per gli stranieri non residenti in Italia ci sarà la possibilità di pagare le tasse in misura ridotta, presentando un Isee certificato. Chi non può presentare l’Isee potrà versare una somma forfettaria di 1000 euro, con una riduzione rispetto ai 1200 dovuti fino all’anno scorso. Per gli studenti provenienti dai Paesi in via di sviluppo, le tasse forfettarie saranno ridotte da 600 a 500 euro.
     
  • Pagamento dilazionato in tre rate
    Secondo una specifica richiesta degli studenti, le tasse potranno essere pagate in tre rate, in sostituzione delle due attuali con scadenze a ottobre (I rata), dicembre (II rata), marzo (III rata). La nuova articolazione dei pagamenti in tre rate, valida per tutti gli studenti (italiani e stranieri), consentirà di gestire meglio le scadenze relative alla dichiarazione dell’Isee, obbligatoria per poter usufruire della riduzione delle tasse e che dovrà essere presentata obbligatoriamente entro il mese di dicembre, in corrispondenza del pagamento della seconda rata.
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Admin

Lo storico portale, fondato nel 1999, continua a raccontare il variegato habitat degli atenei italiani, dalle matricole ai laureandi, con una nuova energia ancora più interattiva.

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017