Ti trovi qui: / / Mi senti? No, ti leggo!

Mi senti? No, ti leggo!

I Google Glass sono uno strumento che non smette mai di meravigliare e, da oggi, hanno una funzionalità in più, con risvolti anche sociali. Grazie ad un'app sviluppata da un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology, sono in grado di fornire i sottotitoli delle conversazioni per permettere alle persone con difficoltà uditive di leggere quanto gli viene comunicato. Ma come funziona? Niente di più semplice! Basta infatti consegnare all'interlocutore il proprio smartphone, il quale effettuerà il riconoscimento vocale trasformando le parole pronunciate in testo. La conversazione verrà trasmessa direttamente alle lenti dei Google Glass, riducendo così gli eventuali tempi morti di conversazione e favorendo così la comprensione del dialogo. http://youtu.be/s5eXmShC3WE
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Barbara

Università degli Studi di Milano. Studentessa di Scienze Umanistiche per la Comunicazione. Studentessa alla rincorsa della laurea, aspirante giornalista e inguaribile sognatrice! Credo che il miglior momento per vivere sia adesso e che si debba sempre cercare il lato positivo degli eventi, come diceva Confucio “quando si è in un pasticcio, tanto vale goderne il sapore”

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry