Ti trovi qui: / / Microscopio da 3 Milioni Euro, Statale all’avanguardia nella ricerca

Microscopio da 3 Milioni Euro, Statale all’avanguardia nella ricerca

La scelta della Statale consentirà alla ricerca italiana di allinearsi in questo settore alle più avanzate realtà scientifiche internazionali.

Il 14 aprile scorso il CdA dell' Università degli Studi di Milano ha approvato l’acquisto di un super microscopio da 3 milioni di euro, investimento che non solo potrà dare un forte impulso alla ricerca scientifica in Italia, ma che permetterà alla nostra università di ricoprire una posizione di rilievo internazionale nell’ambito della crio-microscopia.

Tra i più potenti al mondo, questo microscopio elettronico a trasmissione per applicazioni a crio-temperature permetterà di analizzare a temperature bassissime singole molecole di origine biologica e di osservare la struttura di sistemi sub-cellulari complessi, precedentemente inaccessibili. I campi di applicazione di questa tecnologia  sono numerosi (Biochimica, Biofisica, Genetica, Biologia molecolare, Virologia, Immunologia), le sue potenzialità riconosciute unanimemente dalla comunità scientifica globale. Per esempio si potrà studiare l’assemblaggio di proteine virali (come quelle del virus Zika o del virus della febbre gialla),  dando la possibilità ai ricercatori di creare nuovi farmaci antivirali.

«È una decisione importante – ha commentato il rettore Gianluca Vago - per un ateneo pubblico e in tempi non generosi quanto a finanziamento della ricerca. Ma siamo certi che la visione e la determinazione nelle scelte siano condizioni essenziali alla crescita della ricerca scientifica così come al progresso del paese. »

Raccolti i fondi necessari, grazie anche al cofinanziamento della Fondazione Invernizzi, tra circa un mese sarà indetta una gara d'appalto europea tra due produttori specializzati in questo tipo di tecnologia. Entro l’anno - secondo il Corriere della Sera - il microscopio sarà disponibile per l’utilizzo. Nel comunicato stampa pubblicato sul sito della Statale, si legge che il microscopio «sarà accessibile a tutti i ricercatori dell’ateneo ma non solo: trattandosi della prima installazione italiana di questo tipo, e data la sua straordinaria portata applicativa, lo strumento servirà una comunità allargata, in ambito locale, regionale e anche nazionale».

L’installazione e la gestione iniziale dello strumento saranno affidate al professor Martino Bolognesi, professore ordinario di Biochimica presso il Dipartimento di Bioscienze della Statale di Milano, Accademico dei Lincei e membro dell’European Molecular Biology Organization.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Paolo Carlo

Università degi Studi di Milano - Studente di Scienze Umanistiche per la Comunicazione, rappresento alla perfezione il mio corso di laurea: un po' di questo, un po' di quell'altro. Sono appassionato di informatica, gestisco la pagina Facebook del Quarto d'ora della Statale e ogni tanto faccio qualche lavoretto di grafica, tipo infografiche e presentazioni video. Per il resto, sono quello che porta il caffè a tutti.

Lethal Aid and the Syrian Chessboard

Distributing lethal aid to Syrian rebels will escalate the international proxy war. Following a string of high-profile victories by Syrian government forces, the Obama administration announced that...

Climate Change: Are We there Yet?

Is the current heat wave caused by climate change? In early 2017, Fair Observer published my article just ahead of President Donald Trump’s inauguration discussing the possible cour...

The Daily Devil’s Dictionary: Be “Available” and Get Rich

This is how to make yourself available and rich in our culture. Yahoo News asked best-selling author Jen Sincero why so many people aren’t rich. Her answer tells us a lot about US culture today....