Ti trovi qui: / / NOTTE DEGLI OSCAR

NOTTE DEGLI OSCAR

Anche quest’anno, è giunto finalmente il momento di uno degli eventi più scintillanti, seguiti e con più impatto mediatico di sempre: la notte degli Oscar.

I numeri dell’evento sono impressionanti: 1500 celebrità tra attori, cantanti e personalità note, 38 tipi differenti di dessert per il buffet, migliaia di cioccolatini con le sembianze della famosa statuetta, ricoperti d fogli commestibili di puro oro 24k e km di tessuto a fasciare le favolose forme delle dive.  Il vero protagonista, il Soggetto di questa grande celebrazione, è tuttavia il cinema, con i suoi attori e le loro commoventi performance, orchestrate da registi illuminati,  con le sue esotiche e incredibili scenografie, le colonne sonore destinate a divenire eterne, i costumi e le storie affascinanti, trasportanti, fantastiche e terribilmente reali, che fanno viaggiare le nostre anime verso mondi meravigliosi.

Data questa premessa, la cerimonia degli Oscar, è anche un momento di verifica, una premiazione ed il titolo più prestigioso, più ambito, è senza dubbio quello di “miglior film” (non straniero), che determina irrevocabilmente la pellicola emblema dell’anno, che verrà ricordata dai posteri negli anni e decenni a venire.

Ripropongo, con questo articolo, una carrellata dei miglior film premiati con l’Oscar, degli ultimi 27 anni, dal 1990 ad oggi, e se siete ancora dei giovinotti potrete sapere, nel vostro anno di nascita, quale film ha vinto il titolo definitivo di “best movie”.

Pronti per questo meraviglioso viaggio nella storia degli Academy Awards? Cominciamo:

1990:  “A spasso con Daisy” di Bruce Beresford, sconfigge l’immenso Robbie Williams de “l’attimo fuggente”

 

1991: “Balla coi lupi” di Kevin Costner, in finale contro il classico romantico “Ghost”.

 

1992: “Il silenzio degli innoncenti”  di Jonathan Demme , che valse l’oscar per miglior attore protagonista ad Antony Hopkins, nei panni di un Hannibal Lecter iconico e da brividi, prevale contro il grande classico Disney “la bella e la bestia”.

 

1993:”Gli spietati” dell mitico Clint Eastwood, finito in finale con titoli quali “Profumo di donna”

 

1994:”Schindler’s list” di Steven Spielberg,  ha fatto la storia del cinema e non poteva che prevalere.

 

1995:”Forrest Gump”  di Robert Zemeckis, con un incredibile Tom Hanks, ha battuto altri capolavori cinematografici come “Pulp Fiction”.

 

1996:”Braveheart” di Mel Gibson, iconico, vince contro “il postino”.

 

1997:”Il paziente inglese”  di Anthony Minghella, prevale contro pellicole quali “Jerry Maguire”.

 

1998: siamo arrivati a “Titanic” di James Cameron, che consacra un giovane Di Caprio come sex symbol e star di Hollywood e oscura gli altri film in concorso, tra i quali “Will Hunting”.

 

1999:”Shakespeare in love”  di John Madden, vince non senza critiche, sorpassando capolavori dl calibro di “la vita è bella”.

 

2000:”American beauty”  di Sam Mendes, film cult della storia americana, in gara insieme al “miglio verde”.

 

2001:”Il Gladiatore” di Ridley Scott, kolossal storico indimenticabile ed indimenticato, batte “Erin Brockovic” con la sua Julia Roberts da Oscar.

 

2002:”A beautiful mind”  di Ron Howard, prevale sul primo capitolo della trilogia de “Il Signore degli anelli”.

 

2003:Il film musicale “Chicago” di Rob Marshall, batte ancora una volta il secondo capitolo della saga de “Il Signore degli anelli”.

 

2004: finalmente “Il Signore degli anelli: il ritorno del Re”, si aggiudica il premio come miglior film, lasciando indietro “Mystic river” e “Master e Commander”.

 

2005:”Million dollar baby”  sempre di Clint Eastwood, sconfigge “Avatar” e “Neverland”.

 

2006:”Crash-Contatto fisico”  di Paul Haggis, in finale con pellicole quali “i segreti di Brokeback Mountain”.

 

2007:”The Departed” di Martin Scorsese, vince contro “The Queen”, tra gli altri film in gara.

 

2008:”Non è un paese per vecchi” dei fratelli Coen, sbarella gli avversari, tra i quali compare il pittoresco “Juno”.

 

2009:”The millionarie” di Danny Boyle, dal gusto bollywoodiano, lascia alle sue spalle anche “il curioso caso di Benjamin Button”.

 

2010:”The hurt locker”  di Kathryn Bigelow, vince contro il grande successo “Avatar”, il Disney Pixar “UP” e “The blind side”.

2011: è l’anno de “Il discorso del Re”  di Tom Hooper che valse l’Oscar come miglior attore ad un incredibile Colin Firth, nei panni di Re Giorgio VI d’Inghilterra. Lascia dietro sé “il cigno nero”, “il Grinta” , “Inception” e “Toy story 3”, non temendo avversarsi.

 

2012:”The Artist”  di Michel Hazanavicius, vince contro “The help” (sul sito trovate la mia recensione) e “War Horse”.

 

2013:”Argo” di Ben Affleck, sbarella l’immenso “Django” di Tarantino, “Vita di Pi” e “Il lato positivo”.

 

2014:”12 anni schiavo” di Steve McQueen, drammatico e crudo lascia dietro sé “Gravity” e “The Wolf of Wall Street”.

 

2015:”Birdman”  di  un visionario Alejandro González Iñárritu, batte “la Teoria del Tutto” e “Grand Budapest Hotel”

 

2016:”Il caso Spotlight”  di Tom McCarthy, prevale sul premiatissimo “Mad Max”, “Revenant” e lo storico “Il ponte delle spie”.

 

Voi che dite? Siete d’accordo coi risultati degli ultimi anni? Quali sono le vostre previsioni per questa notte degli Oscar 2017?

Io non ho dubbi: “LA LA LAND” LO LO LO PIGLIA (l’Oscar).

 

 

 

 

 

 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Luisa Basaglia

Laureanda in Mediazione Linguistica e Culturale, sono per natura curiosa, sempre alla ricerca di avventure da vivere e cose nuove da scoprire ed imparare.

Sky is the Limit for Lebanese Entrepreneurs

here is a consensus that Lebanon is a great location to pilot an idea, test it and then transition to an international market for growth. [Listen to the podcast below.] For a country that has defin...

When Bad Money Supports Good Foreign Policy

The anti-war movement needs money, and the Koch brothers have it. But it comes with strings attached. In November, the Charles Koch Foundation announced that it would provide nearly...

Wings4students ti mette le ali

Impara l'inglese vincendo