Ti trovi qui: / / Ricerca e innovazione, nasce in Sicilia una nuova auto solare

Ricerca e innovazione, nasce in Sicilia una nuova auto solare

Caro carburanti, ztl e polveri sottili. Dalla Sicilia l'università prova a dare una risposta attraverso la ricerca e lo sviluppo. Nasce Archimede 1.0 una macchina solare dalle caratteristiche interessanti.

In questi giorni è sulla bocca di tutti la decisione dell'Olanda di mettere al bando le auto a benzina e diesel entro il 2025, mentre in Italia il dibattito sterile, con toni da tifoserie di calcio, è ancora incentrato sulla questione petrolio si, petrolio no. Alle porte c'è un referendum sulle trivellazioni, che per l'opinione pubblica ha più il sapore di un si o uno all'uso dei combustibili fossili.

A volte i grandi cambiamenti macro economici sono determinati dalle scoperte scientifiche, in grado di influenzare le politiche energetiche di un paese, in Italia c'è ancora una certa miopia in questo settore ma siamo sulla buona strada.

Nel campo della ricerca e dello sviluppo, da sempre sotto finanziato, il Team Futurosolare Onlus ha messo a segno un colpo interessante. È stata infatti presentata oggi la Archimede solar car 1.0, una macchina alimentata ad energia solare.

Interamente ricoperta di pannelli solari, la macchina lunga 4,5 metri è in grado di viaggiare a 75km/h. Il progetto nasce dalla sinergia di diversi enti pubblici e privati. L'auto nasce infatti dall'idea della “Futurosolare Onlus” guidatata da Vincenzo Di Bella con il sostegno del Comune di Siracusa, che ha fornito i locali adibiti a laboratorio ed officina, e con il coordinamento scientifico del prof.Rosario Lanzafame e con la collaborazione di allievi ingegneri di tutta la Sicilia e  il con il sostengo di alcune realtà imprenditoriali siciliane. 

"L'auto elettrica a energia solare realizzata in Sicilia - ha affermato il professore Lanzafame - è un vero e proprio laboratorio viaggiante su ruote. È il frutto della sinergia tra università e un pool di piccole aziende, supportato dall'impegno dei nostri studenti laureandi, a dimostrazione che è possibile conseguire un nuovo di modello di mobilità sostenibile a partire dalla condivisione col territorio dei nuovi paradigmi energetici decarbonizzati”. La macchina è stata presentata nella conferenza “Solar power automotive application for sustainable mobility” svoltasi nell’aula magna del Polo Bioscientifico e organizzata dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania.

La Futurosolare Onlus ha progetti importanti per il futuro, parteciperà infatti al campionato europeo il 23 24 25 settembre 2016 sul circuito di Zolder in Belgio con l'aiuto di finanziamenti privati. È prevista anche una versione 2.0 della macchina che verrà sempre costruita a Siracusa. Avrà le sembianze di una cruiser 2 posti , con caratteristiche analoghe a quelle delle auto d'uso quotidiano. Con tutta probabilità questo nuovo modello potrebbe partecipare nel 2017 al World Solar Challenger in Australia, dove  vetture solari di tutto il mondo si sfideranno in una competizione che  premia  l’efficienza energetica dele auto. 

“Siamo orgogliosi del prototipo realizzato dai nostri ingegneri catanesi – ha esordito il sindaco Enzo Bianco alla presenza del direttore del centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, Giovanni Signorello, del coordinatore scientifico del progetto Rosario Lanzafame e dell’assessore comunale al Risparmio energetico, Luigi Bosco – proprio ieri Catania è stata inserita tra le 5 città italiane che potranno accedere ai fondi europei per la banda extralarga, 100 Mb al secondo, che sarà realizzata entro 18 mesi. Un passo importante per la completa digitalizzazione della città e la conseguenziale equiparazione alle più importanti capitali europee”.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry