Ti trovi qui: / / Roma - Milan 0-0

Roma - Milan 0-0

ROMA De Sanctis: sbaglia un rinvio nel primo tempo ma la palla finisce tra le chiavi inglesi che Poli ha al posto dei piedi, e si rasserena. Per il resto partita attenta, in particolare sul tiro di Mexes da 40 metri che fa diventare sobrio anche Maicon. IMPERTURBABILE. Manolas: se nel primo tempo Menez lo si vede solo in grafica Sky a inizio partita, buona parte del merito è suo. E soprattutto avere come compagno di reparto uno che si chiama Yanga-Mbiwa non dev'essere facile. SOLIDALE. Keita: uomo da sposare. Imposta, intercetta e dà i tempi alla squadra. A volte sbaglia in fase di regia, ma è scusato perché la barba di De Rossi oscura metà Olimpico. PREOCCUPATO.   Nainggolan: questa volta il ninja non è incisivo come aveva abituato. L'intensità è sempre quella di Bobo Vieri all'Hollywood ma la gara di ferramenta contro De Jong e Poli lo svantaggia molto. MALINCONICO. Gervinho: spesso lo schema della Roma è "palla lunga e speriamo che segni". Fa sciogliere il gel dei capelli di Inzaghi in particolare negli ultimi minuti e in più quando sfida Bonera in velocità, fa in tempo a chiamare casa per fare gli auguri di Natale, Pasqua e Ferragosto. BIP BIP. MILAN Diego Lopez: para tutto quello che gli capita tra le mani, compreso il parrucchino di Bonera e la dignità di De Jong quando afferma " Non l'ho presa con la mano". Abbiati ormai nel weekend ha fatto l'abbonamento al cinema. INAMOVIBILE. Armero: quantità e qualità, non sa cosa siano. Para senza senso un passaggio a metà campo e si incazza pure quando lo cacciano. A fine partita chiarisce che Galliani non ha trovato un regolamento a parametro zero su Amazon e quindi in spogliatoio ognuno può scrivere il proprio. SINDACALISTA. Zapata: a parte la gara di rutti con Totti a fine primo tempo, per la prima volta da quando Mexes ha scoperto di essere uomo, Zapata mostra una buona condizione fisica e attenzione nei momenti cruciali. SORPRESA DI NATALE. Poli: l'immancabile ciabattata quotidiana arriva quando De Sanctis sbaglia un rinvio e lui giustamente spara la palla nel Tevere, facendo sclerare Garcia che aveva attraccato lì il pedalò. BIRICHINO. Menez: è molto isolato ma fa il possibile per tenere alta la squadra, l'impressione è che se lui dovesse avere un raffreddore, Inzaghi correrebbe a piedi fino a Lourdes. QUALCUNO HA DEL NOTIZIE DEL NIÑO?
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry