Ti trovi qui: / / Stefano Doronzo : << Il Coro della Statale? Una grande famiglia >>

Stefano Doronzo : << Il Coro della Statale? Una grande famiglia >>

Abbiamo fatto una chiacchierata con Stefano Doronzo. Laureato nel 2013 in scienze sociali per la globalizzazione, sta studiando per la magistrale in comunicazione pubblica e per l’impresa, è uno dei componenti del Coro dell’Università degli studi di Milano ed ha la gestione sia del sito che dei vari social networks.

 

Stefano, di preciso di cosa ti occupi?

Allora, prima di tutto io faccio parte di un coro a 4 voci in cui il mio ruolo è quello del basso. Separatamente, gestisco il sito ufficiale del Coro , il canale youtube, in cui vengono caricati i vari video dei concerti che teniamo, e facebook assieme al contributo di altri due ragazzi.

Da quanto sei nel Coro?

Fra varie interruzioni dal 2010 circa.

Come ti sei avvicinato al Coro della Statale?

Avendo una passione per il canto, era un qualcosa che facevo già dalle superiori. Quando poi ho scoperto l’esistenza del Coro della Statale mi sono subito incuriosito.  Ho fatto le audizioni e sono subito  entrato a farne parte.

Secondo te dovrebbe esserci più attenzione da parte dell’università riguardo alle vostre attività ?

Devo dire che nell’ultimo anno, dall’arrivo del nuovo rettore  quindi, per quanto riguarda l’amministrazione delle attività culturali dell’Ateneo, abbiamo notato che stiamo ricevendo  un’attenzione maggiore. Siamo più presenti nelle comunicazioni ufficiali dell’università, per informare gli studenti sugli ultimi eventi sono state mandate loro delle mail. Anche organizzare flash mob come quello svoltosi il 28 settembre non sarebbe possibile senza l’autorizzazione ufficiale della Statale.

Perché uno studente dovrebbe entrare a far parte del Coro?

Se si ha la passione per la musica e per il cantare assieme è una bella opportunità. Il nostro coro  in particolare ha quasi 26 anni di attività. Siamo un gruppo variegato, dallo studente fino al dipendente della Statale, ma soprattutto diventiamo una grande famiglia. Ci frequentiamo anche al di fuori del contesto canoro, fra una pizza, un aperitivo e il cantare  in centro, ad esempio a dicembre intoniamo canti natalizi. Si crea un’atmosfera bellissima. È capitato che un membro del Coro si sposasse e abbiamo cantato al suo matrimonio! Quindi chiunque decidesse di volerne fare parte sappia che non è solo cantare, ma molto di più.

Ad oggi quanti elementi siete in totale?

Siamo circa una quarantina.

Prossimi eventi?

Il 15  dicembre terremo un concerto di Natale in collaborazione con l’Ensemble Accademico. Per tutto il resto daremo comunicazione tramite il sito e la nostra pagina facebook.

Per maggiori info riguardo al Coro della Statale : www.coro.unimi.it

 

Per maggiori info riguardo all’EnsembleAccademico: www.orchestra.unimi.it/ensemble-accademico-it

 

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017