Ti trovi qui: / / Terrore senza distinzioni

Terrore senza distinzioni

Merabet Ahmed e Mustapha Ourrad. Anche se leggendo i loro nomi oggi verrebbe spontaneo pensarlo, non si tratta dei due terroristi che il 7 gennaio hanno aperto il fuoco sulla sede di Charlie Hebdo, non sono neanche parenti, né tantomeno i mandanti. Non sono cittadini del tanto proclamato Stato Islamico, sempre che questo esista. Sicuramente sono arabi, probabilmente anche musulmani e come il 98% degli arabi ormai nati e cresciuti in Francia si erano integrati nel Paese che aveva dato loro una chance di condurre una vita libera e onesta. Loro però non si sono accontentati di cogliere l’opportunità, ma volevano che tutti l’avessero: ecco perché Ahmed, 42 anni, indossava ogni mattina la divisa della Gendarmerie Francaise e Ourrad, immigrato berbero, si occupava di correggere le bozze dei suoi pungenti colleghi prima che venissero pubblicate. Sono stati trattati con uguaglianza ed hanno ricambiato garantendo libertà di vita e di espressione: sì, perché Merabet Ahmed era uno dei due membri della scorta di Stephane Charbonnier, direttore di Charlie Hebdo, si trovava tra il suo assistito ed i kalashnikovs dei due terroristi ed è morto per questo, freddato sul marciapiede senza la minima esitazione. Anche Mustapha Ourrad è morto perché svolgeva il suo lavoro, e forse la sua morte è ancora più tragica poiché il correttore di bozze, al contrario del compagno Ahmed era armato unicamente di una matita. Sono entrambi morti insieme a dieci occidentali, perché il terrorismo non fa distinzioni di razza. E neanche noi dovremmo. Certo, i terroristi per l’Occidente del XXI secolo sono gli arabi, ma arabi tanto musulmani quanto potesse essere Cattolica l’Inquisizione. Se riteniamo noi stessi giusti e pii abbastanza da poter giudicare un intero popolo per le gesta scellerate di un pugno di fanatici, dovremo anche rassegnarci ad essere chiamati mafiosi dal resto del mondo perché italiani.
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry