Ti trovi qui: / / Tra storia e cultura a Matera

Tra storia e cultura a Matera

Le mete straniere sono spesso le predilette dei viaggiatori italiani. Ovviamente la convenienza economica dei viaggi internazionali fa la sua parte, ma forse un po’ troppe volte dimentichiamo gli spettacoli di cui disponiamo nella nostra Penisola.
Per questo motivo, oggi si parlerà di una delle più suggestive città italiane: Matera.

Situata nell’anfiteatro naturale creato dal fiume Gravina di Matera, nell’entroterra lucano, la cittadina vanta una storia antichissima che risale al paleolitico (da 2,58 milioni a 10 mila anni fa) e tutt’ora possiede un invidiabile patrimonio storico-artistico.
Matera si trova a circa 400 metri slm sul versante occidentale del canyon scavato dal torrente, mentre sulla parete in fronte si estende il Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano (più conosciuto come Parco della Murgia Materana). Qui possiamo ritrovare l’aspetto originario dei primi insediamenti nella roccia della civiltà rupestre visitando i villaggi conservati e la famosa Grotta dei pipistrelli.

La roccia calcarea così morbida ha permesso, nel tempo, alle varie civiltà che si sono susseguite di sfruttare tale struttura per ricavarci abitazioni direttamente all’interno delle pareti in tufo; queste costruzioni prendono il nome di “Sassi” e il loro valore è stato riconosciuto anche dall’UNESCO. L’ente, infatti, interviene nel 1993 inserendoli nella World heritage list e attribuisce un titolo specifico anche alla città in sé che viene premiata in quanto “modello di vita in equilibrio con l'ambiente, con cui si integra senza stravolgerlo, pur sfruttandone le risorse”. Grazie anche a tale premiazione, Matera ottiene grande visibilità e recupera quel valore perduto durante gli anni del XX secolo. Negli anni Cinquanta, infatti, gli abitanti vengono fatti sgomberare dalle loro storiche abitazioni, ritenute simbolo di povertà e di arretramento del Meridione. Anche Carlo Levi, nell’opera Cristo si è fermato a Eboli, descrive le condizioni di vita dei cittadini della località e addirittura paragona il quartiere dei Sassi all’inferno dantesco.

Matera ha molto da offrire ai suoi visitatori che possono perdersi tra costruzioni che rispecchiano i vari periodi storici e i vari conquistatori delle diverse epoche. Oltre alle strutture paleolitiche, abbiamo reperti risalenti al periodo bizantino/orientale, poi normanno, romanico, rinascimentale e barocco. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.
Inoltre, in aggiunta alle strutture immediatamente visibili come case, chiese, corti e palazzi la città è dotata di una rete sotterranea di cisterne, grotte, cunicoli, jazzi (abitacoli scavati nel terreno e aperti su un comune cortile centrale) e sistemi di controllo delle acque.
Una forte influenza sul territorio la troviamo con il periodo medievale e cristiano che determina la costruzione di numerose chiese. Tra queste, il più importante è ancora il Duomo di Matera (XIII secolo) intorno al quale inizia a concentrarsi il nucleo abitativo dell’epoca. Ci sono poi le chiese di San Giovanni Battista, di S. Domenico e la Chiesa di Santa Maria della Valle Verde. Sono poi presenti le Chiese Rupestri nella zona dei Sassi che mostrano il passaggio dall’era preistorica al cristianesimo.

La zona più antica della città è, invece, quella definita Civita (dal latino civitas=città). Il quartiere si presenta come una sorta di fortezza naturale con il Duomo che svetta sull’acropoli.
Il Piano è la sezione risalente al periodo medievale-rinascimentale e si trova ai bordi dei Sassi.
Infine troviamo la città nuova caratterizzata da edifici più recenti e moderni.

Grazie alla sua affascinante storia, alla sua cultura e ai reperti, Matera sarà Capitale europea della Cultura nel 2019.

Direi che ci sono un’infinità di ragioni per cui questa bella città merita una visita. Per cui, senza allontanarvi troppo da casa, andate a scoprirla. Buon viaggio!

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Sky is the Limit for Lebanese Entrepreneurs

here is a consensus that Lebanon is a great location to pilot an idea, test it and then transition to an international market for growth. [Listen to the podcast below.] For a country that has defin...

When Bad Money Supports Good Foreign Policy

The anti-war movement needs money, and the Koch brothers have it. But it comes with strings attached. In November, the Charles Koch Foundation announced that it would provide nearly...

Wings4students ti mette le ali

Impara l'inglese vincendo