Ti trovi qui: / / Trento - Green jobs: nuova laurea magistrale a Economia e Management

Trento - Green jobs: nuova laurea magistrale a Economia e Management

Partirà a settembre 2015 la nuova laurea magistrale in Management della Sostenibilità e del turismo (MaST).

Unica in Italia, coniuga l’approccio alla sostenibilità con quello manageriale e con l’analisi del comportamento psicologico del consumatore. L’allineamento dei contenuti con quelli delle migliori università europee anche per rispondere alle richieste di innovazione manageriale provenienti dal territorio.

Formerà professionisti della gestione sostenibile di imprese, organizzazioni e istituzioni: figure professionali in forte crescita. Due incontri di presentazione del corso: 13 maggio con Adriano Dalpez e 21 maggio con Luca Mercalli Nel solo settore delle fonti rinnovabili si contano oggi nel mondo 2,3 milioni di posti di lavoro, ma le proiezioni indicano che entro il 2030 verrà superata quota 20 milioni.

A prevedere il boom di crescita per i cosiddetti green jobs è l’ultimo rapporto stilato dall’Unep, il programma Onu per l’ambiente, che fotografa anche la situazione del mercato mondiale dei prodotti e dei servizi ambientali: entro il 2020 questo settore è destinato a raddoppiare, passando da 1.370 a 2.740 miliardi di dollari l’anno.

La metà dell’indotto complessivo riguarderà efficienza energetica, trasporto sostenibile, approvvigionamento idrico, servizi igienici e gestione dei rifiuti. Secondo la Commissione Europea i green jobs danno direttamente lavoro al 6% del totale degli occupati nell'UE e sono una delle chiavi strategiche per la creazioni di posti di lavoro, in particolare per il settore del turismo legato all’ambiente (Ecorys 2012) Sui temi del management della sostenibilità e del turismo, da oltre un decennio è attivo al Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento un gruppo di ricerca che studia i comportamenti degli individui e delle imprese con approccio interdisciplinare orientato alla sostenibilità. Da questa esperienza è nata la laurea magistrale in Management della sostenibilità e del turismo (MaST).

Rivolta prevalentemente a laureati in discipline economiche, sociali e ingegneristiche, è unica nel suo genere perché si propone di formare operatori in grado di intervenire nella progettazione e implementazione di servizi e soluzioni di impresa ecosostenibili.

Punto di forza della nuova laurea, la struttura interdisciplinare del corso, che integra gli insegnamenti tradizionali dell’area economica, aziendale e quantitativa (come gestione dell’impresa di servizi, dei sistemi turistici, del marketing turistico-territoriale, dell’economia dell’ambiente, della gestione sostenibile delle risorse, della statistica applicata) con l’analisi psicologica del comportamento decisionale del consumatore – inusuale nel panorama italiano –Una formula che allinea il MaST ad alcune delle esperienze più innovative sperimentate a livello europeo, ma mai in Italia.

Gli sbocchi occupazionali  Manager, funzionari e dirigenti della pubblica amministrazione, consulenti per le imprese e le organizzazioni, formatori e imprenditori: la nuova laurea offrirà competenze indispensabili per la gestione delle realtà pubbliche e private attive nel comparto turistico-ambientale, nella conservazione e valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio culturale, nella gestione di parchi e aree protette e di programmi europei a valenza ambientale. Tante le realtà potenzialmente interessate a queste figure: imprese della filiera del turismo, agenzie di marketing turistico e sviluppo territoriale, incubatori di imprese, camere di commercio, società di consulenza in turismo, ambiente e consumer affairs, associazioni di categoria e di tutela dei consumatori, centri studi, istituti di ricerca di mercato.

Gli incontri di presentazione Per illustrare le caratteristiche e gli obiettivi del nuovo corso di laurea sono previsti due incontri pubblici nei prossimi giorni nella sede del Dipartimento di Economia e Mangement (via Inama, 5). Il primo degli incontri, “Passato, presente e ipotesi di futuro del turismo montano” sarà mercoledì 13 maggio alle 17.30 e vedrà l’intervento di Adriano Dalpez, presidente di Trentino School of Management. Presente anche Annibale Salsa del Comitato scientifico dell’Accademia della Montagna del Trentino e past president del CAI (Club Alpino Italiano). L’incontro successivo, giovedì 21 maggio alle 17 dal titolo “Cambiamenti climatici e turismo in montagna: quali scenari?” avrà come ospite il climatologo e meteorologo Luca Mercalli, in dialogo con il direttore del Dipartimento di Economia e management, Geremia Gios. Entrambi gli incontri saranno coordinati dalla responsabile del MaST, Mariangela Franch.

Per maggiori informazioni: http://web.unitn.it/economia

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017