Ti trovi qui: / / Turandot, un omaggio a Expo e agli universitari

Turandot, un omaggio a Expo e agli universitari

Il Teatro alla Scala ha riservato agli studenti di varie università lombarde alcuni biglietti omaggio per assistere alla prova generale dell'opera Turandot di Puccini, tenutasi il giorno 24 aprile 2015, noi di University.it non potevamo mancare. L’appuntamento alla Scala è stato alle ore 18, prima che l’opera avesse inizio il direttore d’orchestra Riccardo Chailly ha introdotto lo spettacolo con un discorso colmo d’entusiasmo lasciando anche l’opportunità di fare domande. Il maestro ha raccontato: “Puccini e Verdi, da quando ero ragazzo, sono entrati nella mia vita e diventati i miei più grandi amori. La loro musica mi ha sempre trascinato appassionandomi al punto da non farmi interessare più di tanto alle trame delle opere bensì al loro tempo musicale”. A differenza di quanto si potrebbe pensare Chailly si è dimostrato umile e cortese, ha spiegato la scelta di un’opera come Turandot per l’apertura di Expo 2015 dicendo che “si tratta di un’opera incompiuta per cui abbiamo scelto il finale di Luciano Berio, composto dall’autore nel 2001, nonostante sia più complesso da eseguire e cantare rispetto a quello di Alfano ma questo è in grado di entrare sotto pelle e far vibrare le corde dell’anima di chi l’ascolta”. In ultima battuta il maestro ha fatto una richiesta dicendo di farsi “prendere dal cuore, dal battito cardiaco dell’opera perché questo è ciò che Puccini ci ha messo, fatevi trascinare dall’onda della musica e, per una sera, non utilizzate il filtro del cervello”. Qualche istante dopo l’opera ha avuto inizio con un cast d’eccezione, i protagonisti sono la principessa Turandot, interpretata da Nina Stemme, Calaf è Aleksandrs Antonenko che ha eseguito un’impeccabile “Nessun Dorma” e la dolcissima Liù è Maria Agresta, tutti guidati dalla regia di Nikolaus Lehnhoff. Lo spettacolo è suddiviso in tre atti e la sua durata totale inclusi gli intervalli è di 3 ore e 05 minuti. La scenografia è sempre la stessa ma le luci, le musiche e la recitazione elevatissima degli attori sono in grado di trasformare il palazzo che dapprima sembra un carcere, in una luminosa reggia dando giustizia alla meravigliosa favola cinese. Sarà possibile assistere allo spettacolo dal 1 al 23 maggio 2015, noi ne siamo rimasti estasiati e non possiamo fare altro che consigliarlo ed essere certi che sarà in grado di dare ad Expo la giusta partenza riconfermando il Teatro alla Scala fiore all’occhiello della città di Milano.
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Barbara

Università degli Studi di Milano. Studentessa di Scienze Umanistiche per la Comunicazione. Studentessa alla rincorsa della laurea, aspirante giornalista e inguaribile sognatrice! Credo che il miglior momento per vivere sia adesso e che si debba sempre cercare il lato positivo degli eventi, come diceva Confucio “quando si è in un pasticcio, tanto vale goderne il sapore”

Workshop: Digital Transformation in the hospitality industry

From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry