Ti trovi qui: / / Un supermercato senza prodotti è possibile?

Un supermercato senza prodotti è possibile?

Si sa che piaccia o meno durante la settimana c’è sempre il giorno della spesa. Molti come momento rituale scelgono il sabato all’Esselunga, quale momento migliore per socializzare se non durante le lunghe attese prima di arrivare al tanto amato tappetino scorrevole su cui adagiare i propri prodotti.

In realtà in un mondo sempre più tecnologico e dinamico risulta ormai anacronistico perdere ore per comprare più o meno sempre gli stessi prodotti; anche perché spesso la discriminante è il prezzo e non la varietà di scelta. Per ovviare a questi problemi, in Sud Corea, la società Tesco, gruppo di distribuzione britannico con all’attivo oltre 2.000 punti vendita nel mondo, ha pensato di innovare portando i suoi prodotti fuori dal supermercato. Da dove nasce questa esigenza? Nel 2011 l’azienda non aveva risorse necessarie per aprire tanti punti vendita da competere con il diretto concorrente E-Mart quindi ha deciso di sfruttare zone di passaggio come le metropolitane per mettere i suoi ‘scaffali’ andando così incontro al proprio cliente. Non si parla di strutture reali ed ingombranti bensì di fotoriproduzioni fedeli all'originale. Detto così sembra uno scherzo però ogni singolo prodotto esposto ha un prezzo ed un QR-Code identificativo; il cliente-passante può scegliere ciò di cui ha bisogno e con una semplice foto può ordinare online. La spesa sarà recapitata a casa anche entro 60 minuti. Ecco a voi la video story del progetto https://www.youtube.com/watch?v=fGaVFRzTTP4 Stesso sistema è stato adottato nel 2013 dalla catena di supermarket australiani Woolworths ed infine questo nuovo modo di fare la spesa è arrivato anche in Italia. Qualche mese fa nella metropolitana di Milano – Loreto, un’intera parete è stata adibita a foto-scaffale da supermarket. Questa iniziativa è stata lanciata da Carrefour insieme a Risparmiosuper.it, sito che permette di confrontare i prodotti tra più operatori e che indica dove acquistare al prezzo più conveniente, una sorta di Trivago dei prodotti da supermercato. E’ noto che l’abbondanza e la scelta di prodotti presenti al supermercato per molti è irrinunciabile, pensiamo agli anziani o a quei clienti che osservano ogni singolo prodotto come se fossero assunti per il controllo qualità. La verità è che nel mondo di oggi trovare forme alternative e sostenibili che semplifichino la vita delle persone  è vitale. Chissà magari un giorno potremmo trovare al posto dei tornelli della metro delle sorridenti e gentilissime cassiere pronte a consegnarci quanto scelto nella fermata precedente.
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Digital Transformation in the Hospitality industry - Workshop

"From Keyless to Hotel & Vacation Rentals Automation"

Workshop - Digital transformation in the fashion industry

How to exploit DTC, the new paradigm in the retailing industry