Ti trovi qui: / / Un'altra Università è possibile?

Un'altra Università è possibile?

Aprile dolce dormire? Neanche per sogno! Almeno per quanto riguarda l’Università Statale di Milano che, con la tre giorni chiamata ‘3D ANTIFA’ dal 15 al 17 aprile  inizia un mese di eventi dedicati all’attivismo universitario. L’Ateneo, palcoscenico di numerosi dissapori tra gli studenti e il rettore Gianluca Vago, è al centro di scontri e polemiche da circa due anni, da quando, nel maggio del 2013, la libreria autogestita ex Cuem fu sgomberata dalle forze dell’ordine in assetto anti sommossa https://youtu.be/5yzfRTfz5tc Sette furono gli arresti in quell’occasione. E il processo, appena iniziato e già spostato nell’aula bunker di Ponte Lambro per motivi di sicurezza, ha riportato l’attenzione sulla questione. L’inasprirsi dei rapporti tra amministrazione e studenti hanno trovato il culmine in due episodi di quest’anno. Il 16 Gennaio l’Ateneo è rimasto chiuso, in piena sessione d’esame, per impedire lo svolgimento di un’assemblea dei Noexpo, su questioni che vedono la volontà del Rettore di dislocare alcune facoltà sui terreni Expo dopo l’esposizione universale di quest’anno. La decisone, in accordo con il Comitato per l’ordine pubblico di Milano, è stata presa “a tutela di studenti e personale”, come si legge nel comunicato. Resta comunque  radicata, in una parte degli studenti, che sia stata un’esplicita violazione della libertà di espressione e di dissenso. Circa un mese dopo, a febbraio di quest’anno, il Rettore concede un’aula nella sede centrale di via Festa del Perdono per una riunione di Lealtà e Azione, fronte universitario di estrema destra, scatenando la rivolta di moltissimi studenti. Subito è stato organizzato un corteo di protesta che si è snodato tra le facoltà di Città Studi e che ha incrontrato la frangia neofascista davanti alla sede di via Noto, dove si sono visti sfilare saluti romani e croci celtiche. Questo è quello che, da una parte degli studenti, è stato definito il “modello Vago”, un intensificarsi di atti repressivi verso ogni forma di dissenso all'ordine e di mancanza di dialogo e confronto. È stato introdotto un nuovo regolamento che vieta l’affissione di volantini o manifesti ed è  stata prevista la decurtazione di molte borse di studio e l’aumento delle rette universitarie già da quest’anno. Per questi motivi gli studenti della Statale si stanno organizzando per una tre giorni carica di eventi ed iniziative. Dibattiti, approfondimenti, pranzi sociali ed aperitivi, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, per dimostrare che un’altra università è possibile. Il calendario completo degli eventi alla pagina https://www.facebook.com/events/668467933265512/
Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Francesca

Università degli Studi di Milano. Laureata in Scienze Politiche Internazionali. La musica rock. Ballare sotto la pioggia. Una birra con gli amici. Un giro in bicicletta il giorno prima del tuo compleanno. La Juve che vince in Champions. The joints. Il post-sbornia nelle lenzuola pulite. Un tuffo dallo scoglio più alto. La risata di mia mamma. Dormire fino a tardi senza sentirsi in colpa. Il poker del lunedì. Cantare in macchina a squarciagola. Io e il mio cane al parco la domenica pomeriggio.

Vuoi laurearti velocemente e con voti alti? Ecco i due ex-studenti lavoratori che ti svelano come fare!

Si chiamano Nicola Guarino (27 anni, Laurea in Economia e Amministrazione Aziendale) e Attilio Cordaro (28 anni, Laurea in Giurisprudenza) i due ex studenti universitari lavoratori di Palermo che inse...

Rylers go crowd. Raise the Right to Impact

As the Milan-based start-up Ryler (www.ryler.org) is about to launch its crowdfunding campaign through 200Crowd (www.200crowd.com), one of the fastest growing platforms in Italy, some attention should...