Ti trovi qui: / / Unicorni sempre più asiatici

Unicorni sempre più asiatici

Gli Unicorni, cioè le startup che riescono a raggiungere una valutazione di un 1 miliardo di dollari prima della loro quotazione in Borsa, non sono più solo americani. La maggior parte, 148, rimane ancora a stelle e strisce, ma il numero è cresciuto considerevolmente in Cine (69), in Inghilterra (10) e India 9. Rimangono ancora a quota zero, invece, Sud America, Australia e Nuova Zelanda. Secondo i dati di CbInsight vi è assoluta parità tra Asia e America per i primi 10 posti, nessun mismatching, dal momento che cinque hanno sede in uno e cinque nell’altro continente.

Fonte: www.aifi.it (iscriviti alla newsletter quotidiana Private Capital Today)

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

Treasures from the Wreck og the Unbelievable: Damien Hirst.

Una mostra strepitosa di uno degli artisti più controversi del momento.

Assenzio e inchiostro di stampa: Henri de Toulouse Lautrec.

In mostra Verona, fino al tre settembre, le locandine e i disegni del maestro della Parigi bohémienne del tardo ottocento.

MASTER in FINANZA&CONTROLLO

32° EDIZIONE 4 NOVEMBRE 2017