Ti trovi qui: / / Università di Torino e Compagnia di San Paolo: 18 milioni per la ricerca

Università di Torino e Compagnia di San Paolo: 18 milioni per la ricerca

18 milioni di euro per potenziare le infrastrutture di ricerca con grandi e piccole attrezzature

Un Ateneo tecnologicamente all’avanguardia e preparato per vincere le sfide della competenza e dell’innovazione, dotato di infrastrutture di ricerca moderne da mettere a disposizione del territorio. L’Università di Torino e la Compagnia di San Paolo, nell’ambito della convenzione 2013-2015, acquisiscono “grandi” strumentazioni per lo sviluppo di temi di ricerca strategici per l’ateneo e “piccolestrumentazioni per il rinnovamento di infrastrutture per la ricerca esistenti. L’obiettivo è potenziare il patrimonio di attrezzature tecnologiche dell’ateneo torinese, rendendolo al tempo stesso accessibile a tutto il territorio, affinché possa essere fruito dal maggior numero di ricercatori. “Siamo convinti che gli investimenti fatti dall'Università di Torino per nuove attrezzature di ricerca saranno uno strumento importante per aprire nuove linee di ricerca e per consolidare le attività in atto. - ha dichiarato Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università di Torino -  Grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, attraverso la convenzione sottoscritta per il periodo 2013.2015, l'Ateneo ha infatti investito 6 milioni di Euro per rafforzare le strutture di ricerca. L'acquisizione di grandi attrezzature, con importo superiore a 500.000 euro, si inserisce pienamente nella iniziativa voluta dall'Ateneo denominata "Open Access Labs", finalizzata alla condivisione delle attrezzature di ricerca tra i Dipartimenti dell'Ateneo e con istituzioni esterne, pubbliche o private. Siamo certi che questi nuovi strumenti per la ricerca permetteranno di fare un passo in avanti significativo all'Università di Torino, aprendo lo spazio per nuove collaborazioni internazionali e permettendo di accedere a nuovi finanziamenti su scala europea.” L’importo stanziato è di 18 milioni di euro, di cui 6 milioni della Compagnia di San Paolo per l’acquisto delle attrezzature. Una prima fase di analisi della disponibilità di grandi strumentazioni e laboratori specialistici all'interno dei Dipartimenti universitari e di indagine in altri enti di ricerca presenti sul territorio ha permesso di individuare le istanze del territorio in termini di effettivi fabbisogni e priorità. Oggi i Dipartimenti interessati sono impegnati a procedere all’acquisto, tramite gara, delle attrezzature necessarie.

Licenza Creative Commons
Condizioni d'uso e riproduzione

What Modern Science Can Learn from Indigenous Knowledge

The assumption is that what works in wealthy countries can work anywhere. Advancements in the science of building design for earthquake resilience are enabling the development of high-ris...

When Popularity Becomes a Problem on the World’s Summit

Is Mount Everest the ultimate successful branded product, made in Asia, but benefiting from all the political and marketing genius of the imperial West? Once upon a time, Mount Everest throned at t...